Serie LDF

Piattaforma LDF: un'invenzione futuristica

Con la serie LDF, Laserline definisce nuovi standard per i laser a diodi ad alte prestazioni. Anche gli apparecchi con una potenza laser superiore a 20 kW sono collocati su ruote stabili e possono essere sistemati in diversi luoghi, nonché inseriti nelle linee di produzione, con l'aiuto di un solo tecnico: un risultato straordinario. Per rendere il laser pronto all'uso nel nuovo luogo in cui è stato predisposto, sono necessari solo corrente, acqua e la fibra ottica di trasmissione del fascio. L'ulteriore sviluppo successivo della tecnologia brevettata di raffreddamento attivo dei diodi ha permesso ai sistemi della serie LDF di raggiungere potenze nell'ordine di più kW con fasci di qualità allo stesso tempo elevata: potenza laser di 7 kW da una fibra di 600 µm con NA 0,1, in un sistema modulare compatto che occupa una superficie inferiore a 1 m².

Una struttura modulare per la massima flessibilità

Sia che si tratti di potenza, raffreddamento o di interfacce, la nuova serie LDF può essere configurata in base alle proprie esigenze, nonché adattata alle varie necessità. Gli apparecchi sono dotati di sistema di raffreddamento Laserline interno o esterno, disponibile sia nella variante acqua/acqua oppure acqua/aria. Grazie a questi gruppi di raffreddamento Laserline perfettamente sintonizzati sulla linea di produzione e completamente integrati nel comando del sistema, i laser ad alte prestazioni possono essere utilizzati come unità compatte in modo continuo all'interno del processo di produzione, occupando uno spazio ridotto. Il collegamento in rete interno di tutti i componenti del sistema consente di diagnosticare le anomalie in tempo reale, eliminandole il più velocemente possibile.

Il nuovo standard di riferimento per quanto riguarda potenza e funzionalità

Con un rendimento elettrico fino al 50%, la serie LDF è una delle prime anche in termini di efficienza tecnica. E la funzionalità non è da meno: grazie all'unità di comando hot plug mobile, i laser LDF possono essere monitorati e comandati in modo molto flessibile anche a distanza. I collegamenti e le interfacce sono facilmente accessibili tramite una calotta estraibile. I componenti del sistema possono essere facilmente sostituiti senza dover quindi interrompere il processo di produzione.

Il comando intelligente che fa la differenza

Una rete Ethernet industriale di ultimissima generazione connette i componenti di sistema e le interfacce del laser al comando centrale del sistema, che controlla tutto in tempo reale. Un'interfaccia OPC UA crea le basi per una comunicazione dati verticale e orizzontale, indipendente dalla piattaforma, permettendo l'integrazione dei laser nelle moderne architetture dei sistemi. Il sistema di gestione delle anomalie di 2° livello consente di visualizzare i messaggi di avviso e di errore, identifica le cause ed eventualmente avvia una procedura efficace per eliminare il problema. Tutte le informazioni rilevanti ai fini dei processi sono disponibili 24 ore su 24, indipendentemente dall'orario e dal luogo. È possibile accedervi tramite il pannello di controllo mobile situato direttamente sul laser, mediante una connessione alla rete di una centrale di comando oppure tramite telemanutenzione (protetta).

Sorgente del fascio dei laser a diodi LDF

Nella sorgente del fascio dei laser a diodi LDF sono disposti numerosi stack di laser a diodi formati da singole barre di diodi. Il numero di barre per stack e il numero totale di stack dipendono dalla potenza laser e dalla qualità del fascio richiesta. Con l'aiuto di una tecnica brevettata, i fasci dei singoli diodi vengono sovrapposti in un raggio laser comune e accoppiati in un cavo guida luce.

Nella maggior parte dei casi, la struttura modulare della testa laser consente di dotare i laser a diodi in un secondo momento di ulteriori stack per aumentarne la potenza.

Gestione degli stack

Il cuore di un laser a diodi, ossia il singolo diodo laser, è stato concepito allo scopo di garantire la massima affidabilità. Criteri severi e metodi di prova appositamente sviluppati assicurano l'impiego esclusivo di diodi laser altamente certificati. I sistemi diodo laser Laserline hanno una durata che supera le 30.000 ore operative, o comunque compresa tra i cinque e i sette anni di produzione prima che sia necessario sostituire i componenti. Se dovesse tuttavia verificarsi un guasto di un diodo laser, interviene il sistema elettronico di gestione degli stack messo a punto per la prima volta da Laserline. Basandosi su un concetto di ridondanza e su una regolazione automatica del sistema, questo meccanismo è in grado di compensare gli errori.

Sintesi dei vantaggi

  • serie mobile con potenza fino a 25 kW, unica a livello mondiale
  • Modulare: disponibile con sistema di raffreddamento interno o esterno
  • Sistemi di raffreddamento Laserline acqua/acqua o acqua/aria
  • Elevato rendimento elettrico fino al 50%
  • Tecnologia di raffreddamento attivo dei diodi di comprovata efficienza
  • Collegamento in rete interno di tutti i componenti del sistema
  • Diagnosi in tempo reale in caso di anomalie
  • Interfacce compatibili con i sistemi attuali

Qualità garantita sotto ogni aspetto

  • Pannello di controllo hot plug mobile
  • Comando remoto tramite accesso alla rete
  • Comodo salvataggio dei dati del laser su chiavetta USB
  • Facile manutenzione grazie alla calotta estraibile
  • Sistema robusto progettato per durare più di 30.000 ore operative
  • Utilizzo continuo affidabile anche con funzionamento su più turni
  • 5 anni di garanzia per i diodi laser, 2 anni per il sistema laser

Specifiche ottiche

Potenza di uscita max.7.000 W9.000 W15.000 W20.000 W25.000 W
Qualità del fascio30 mm mrad40 mm mrad60 mm mrad100 mm mrad200 mm mrad
Sono disponibili altre potenze e qualità del fascio adeguate in base al processo.
Cavo guida luce600 µm[NA 0,1]400 µm[NA 0,2]600 µm[NA 0,2]1.000 µm[NA 0,2]2.000 µm[NA 0,2]
Focus min. con f = 150 mm450 µm600 µm900 µm1.500 µm3.000 µm
Lunghezza fibre10 m, 20 m, 30 m, 50 m, 100 m; altre lunghezze disponibili su richiesta
Stabilità della potenza< +/- 2% per 2 ore
Intervallo di lunghezza d'ondada 900 nm a 1.080 nm

Specifiche meccaniche

VG62peso di ca. 600 kg, dimensioni: 1.012 x 680 x 1.244 mm³ (lungh. x largh. x alt.)
VG64peso di ca. 750 kg, dimensioni: 1.012 x 680 x 1.599 mm³ (lungh. x largh. x alt.)
VG66peso di ca. 800 kg, dimensioni: 1.065 x 850 x 1.845 mm³ (lungh. x largh. x alt.)